La Commissione Europea finanzia le startup

La Commissione Europea finanzia le startup

La prima call del nuovo programma quadro di finanziamento Horizon 2020 verrà lanciata l’11 dicembre 2013, con un budget indicativo di 700 M€ per il 2014. Per la prima volta viene introdotto uno strumento pensato appositamente per le startup: Open Disruptive Innovation Scheme.


Open Disruptive Innovation (ODI) Scheme: è il nuovo strumento di finanziamento pensato dalla Commissione Europea appositamente per le startup.

Si tratta di uno strumento “aperto” e “bottom up”, vale a dire senza indicazione di una tematica precisa, come invece avviene per tutte le altre tipologie di progetti.

Tuttavia la Commissione richiede un altissimo potenziale per le startup che intendono accedere a tale schema di finanziamento, come è ben sintetizzato da questa definzione:

“Disruptive innovation encompasses any innovative concept, product and service that create new markets by applying new sets of rules, values and models which ultimately disrupt and/or overtake existing markets by displacing earlier technologies and alliances”

Si tratterà quindi di startup che saranno effettivamente in grado di cambiare le regole del mercato o di crearne uno nuovo, con un importante ritorno commerciale.

ODI si sviluppa in due fasi:

  1.  Phase 1 Technical market feasibility and prototyping, che avrà l’obiettivo di finanziare lo studio di fattibilità con progetti della durata di 3-6 mesi. Tale fase verrà finanziata mediante un’erogazione unica di €50.000 nella forma della “Lump sum”;
  2. Phase 2: Validation & piloting of scalable solutions, mediante la quale verranno erogati veri e propri Grant (leggi: finanziamenti a fondo perduto) per progetti di ricerca, con un finanziamento pari al 70% dei costi eleggibili. In questo caso i progetti avranno una durata maggiore (12-18 mesi) ed il contributo complessivo che potrà andare da 0,5 M€ a 2.5M€. L’obiettivo sarà quello di portare un progetto altamente innovativo (disruptive) sul mercato, con attività di test, prototipazione, design, miniaturizzazione, replicazione etc….

Non sarà tuttavia necessario passare per la fase 1 per poter accedere alla fase 2.

Questi progetti seguiranno lo schema del programma di sostegno alle PMI, con la possibilità di poter partecipare anche come singola azienda (mentre i progetti di ricerca europea “standard” prevedono la creazione di partenariati internazionali).

Ultima importante caratteristiche di ODI: non esisteranno scadenze. Le proposte potranno essere inviate durante tutto l’anno, con finestre di valutazione che si chiuderanno ogni 3/4 mesi.

idea-re, forte di 15 anni di esperienza nel settore dell’europrogettazione e della consulenza alle startup, è in grado di supportare le aziende che intendono accedere a ODI. Inoltre, per le aziende con sede in Regione Lombardia, è possibile richiedere un fianziamento a copertura parziale dei costi della consulenza.