510 milioni di Euro nel 2012 per la ricerca nelle tecnologie industriali

510 milioni di Euro nel 2012 per la ricerca nelle tecnologie industriali

Misure a sostegno delle PMI, ricerca per lo sviluppo di nuovi materiali, processi industriali sostenibili e Green Cars saranno sostenuti con  finanziamenti europei a fondo perduto per 510 Milioni di Euro nel 2012, con l’attivazione del  prossimo bando NMP della Commissione Europea (lancio previsto 20 luglio 2011).


Alcune delle misure saranno destinate alle PMI, come supporto per affrontare il periodo di crisi iniziato nel settembre 2008. Si tratta di interventi che vengono erogati con il classico meccanismo della risposta a bandi (si veda la sezione dedicata al 7° Programma Quadro del sito idea-re), mediante la presentazione alla Commissione Europea di progetti di Innovazione Tecnologica. In particolare, i progetti dovranno essere presentati nell’ambito delle azioni Factories of the Future (fabbriche del Futuro) e Public Private Partnerships (Partnership pubbliche/private) ed essere coerenti con i seguenti temi:

  • Sistemi di controllo dei processi produttivi finalizzati ad un’ottimizzazione del consumo energetico;
  • Manutenzione predittiva di strumenti di produzione;
  • Integrazione di sistemi e periferiche nei processi produttivi;
  • Sistemi di produzione ad alte prestazioni (volume, velocità);
  • Sistemi per la pianificazione e simulazione dei processi produttivi;
  • Tecnologie innovative per i processi di fusione.

Le altre aree tematiche del programma NMP riguardano:

Nanotecnologie. Sarà possibile presentare progetti per l’applicazione delle nano tecnologie per ottenere processi industriali maggiormente sostenibili, con un beneficio per l’ambiente e la salute. Saranno inoltre sostenuti progetti che andranno a studiare l’impatto delle nanotecnologie sulla salute dei cittadini e iniziative in grado di collegare più ambiti della ricerca, anche con riferimento alle politiche di comunicazione e formazione sulle nano tecnologie.

Materiali. Saranno attivati numerosi temi nell’ambito della ricerca sui materiali. In particolare, il prossimo bando si concentrerà sullo studio di materiali innovativi per applicazioni avanzate: biomateriali, materiali per la conservazione di dati e informazioni, materiali resistenti alle alte temperature per la generazione di energia, materiali per l’impiego nel settore eolico, materiali ritardanti per il controllo delle fiamme libere, materiali fotocatalitici.

Produzione. I temi attivati riguarderanno progetti per lo sviluppo di sistemi di sintesi chimica in grado di utilizzare forme di energia alternativa e progetti per la gestione in totale di sicurezza di strutture industriali.

Integrazione di nuove tecnologie nei processi industriali. L’attenzione verrà posta sulla sostenibilità dei processi industriali. Saranno attivati bandi che finanzieranno progetti sullo sviluppo di materiali innovativi per l’industria creativa, per il riciclo di materiali dai settori High Tech, per l’applicazione di tecnologie innovative all’industria mineraria, per lo sviluppo di materiali con proprietà magnetica con un ridotto uso di materie prime.

Efficienza energetica negli edifici. I progetti che verranno valutati per il finanziamento saranno nell’ambito delle integrazione delle tecnologie di costruzione, riscaldamento, raffreddamento, gestione e immagazzinamento di energia (comprese le grid energies) o per il miglioramento delle performance di efficienza energetica degli edifici esistenti. Saranno inoltre finanziati progetti per lo sviluppo e validazione di processi innovativi e nuovi modelli di business a supporto delle “next generation” di edifici ad alta efficienza energetica. Saranno inoltre supportati progetti per l’applicazione di nuove tecnologie ai componenti degli edifici, per lo sviluppo di finestre innovative o per sistemi HVAC. Inoltre, verranno supportati progetti che si occupino del trasferimento di conoscenze lungo la catena del valore nel settore dell’edilizia con particolare attenzione alle Piccole e Medie Imprese.

Green Cars. Il settore della “mobilità sostenibile” è considerata una priorità da parte della Commissione Europea. I progetti che verranno valutati per un supporto saranno nell’ambito dell’applicazione delle nanotecnologie per lo sviluppo di nuove unità di immagazzinamento di energia per i veicoli elettrici e per lo sviluppo di materiali leggeri.

Per maggiori informazioni potete contattarci compilando il form nella sezione contatti o scrivendoci al seguente indirizzo: info@idea-re.net.